senzafamiglia

Mentre passeggiavo con Lasco intorno a casa mi è comparsa all’improvviso un’enorme insegna su una parete bianca: logotipo e marchio di una casa di cura formato da una spirale di petali su un nome esotico, ben impostati e sapientemente composti.

Prima c’era la tipografia come punto di riferimento per qualsiasi piccola impresa si volesse intraprendere.

Il calzolaio andava nella tipografia di quartiere e commissionava la sua insegna e così il panettiere, il barbiere… non c’era bisogno di rivolgersi ad uno studio di progettazione grafica, per comunicare che cosa? Qua non si tagliano solo i capelli ma si fa dello style e ora che mio cugino mi ha confezionato un bel logotipo stile vintage con quella font troppo figa, posso giustificare quei 50 per taglio e piega.

Pacchetti di marchio+logotipo+naming per tutti in città, in provincia, ovunque: petali, baffi, polaroid, post-it per la reificazione del nulla, più o meno corsivo, con il payoff, il claim, scopiazzato, aggiustato, incollato per risolvere tutto in un’enorme sciarada.

Trasformiamo le tue idee in soluzioni visive, idee efficaci e innovative… ma perché una panetteria di un paese del medio campidano dovrebbe chiamarsi Pans? E il dentista dovrebbe far animare i molari della sua insegna in una danza della libertà? Quali messaggi si celano dietro questo tipo di comunicazione? Ed è veramente necessaria? Non sarebbe meglio e più rispettabile un bel testo nero su fondo bianco che dice Dentista o Studio Dentistico?

Io non lo so come si sia arrivato a questo; come la nuova generazione di progettisti grafici si sia ridotta a tradurre qualsiasi tipo di idea in immagine. Qualsiasi tipo di azienda in una brutta imitazione di Brand, in un sorriso gratuito per tutti. Ma è chiaro a tutti che quando il conto è in rosso, non si rifiuta nulla. Così non ci rimane che quest’orgia di caratteri, senza famiglia, senz’anima, accostati ai più svariati disegni vettoriali: nuraghi e bronzetti su tutto il materiale vernacolo che si può produrre. Spirali di comete e di fiori come simbolo del centro estetico e per l’avvocato? Vediamo cosa fanno quelli più in vista e lo facciamo anche noi.

Enrica

Commenti