Vi ricordate “I racconti della Ragnatela“? È stato il primo dei nostri “empty book“, qualche anno fa. Tra gli altri racconti ne conteneva uno, che riguardava la vita solitaria ma ricca di immaginazione di un ragazzo che ogni sera esplora un possibile appartamento da comprare, ci vive, in modo virtuale, con una possibile compagna, e alla fine archivia tutto in una cartellina del computer… Buona lettura:

Giorgio cerca casa (di M. Altieri, da I racconti della Ragnatela, Xedizioni 2013)

Verso sera, dopo una giornata lavorativa intensa e stancante, ecco Giorgio davanti allo schermo del pc. Cerca casa. Vuole comprare un appartamento per sé e la compagna. Per fortuna ci sono questi siti di annunci gratuiti che mettono anche le foto dell’interno e di quello che si vede dalle finestre. Giorgio preferisce Homesweethome che ti fa fare un giro virtuale della casa in vendita: via dei Tulipani, ingresso, salone, angolo cottura luminoso con vera cappa aspirante, camera da letto, cameretta, comodo il bagno con l’antibagno, e la verandina con lo stenditoio coperto. Riscaldamento autonomo, però chissà se conviene rispetto al sistema tradizionale a termosifoni, certo comunque che a un piano intermedio sfrutti anche il calore dei vicini, purché scaldino anche loro, altrimenti sei tu che devi provvedere a stemperare le loro pareti. Andiamo giù a guardare il posto auto, ampio, dovrebbe essere possibile entrare e uscire con una sola manovra, e poi lo scooter contro il muro se non hai una macchina troppo lunga, sempre che i condomini non protestino, sai ci sono quelli che vanno in giro a misurare gli ingombri e a farne una questione di principio. Torniamo su a fare ancora un giro, vorrei la piantina per vedere come sistemare i mobili, certo, questa è perfettamente in scala, se ritagli le sagomine di armadi e cassettoni riesci bene a renderti conto delle disposizioni possibili. Magari nella camera da letto si riesce a ricavare la cabina armadio, che piace tanto alle donne. Bella, questa casa piace molto a Giorgio. Tanto che decide di farsi un giro per il quartiere per capire bene come ci si vive: Streetview è l’ideale per trovare la fermata del bus più vicina, il market (che fortuna, proprio quello di cui ho la tessera-punti), l’ufficio postale e la farmacia. Appena possibile chiederò ai vicini qualcosa sull’ambiente, se si tratta di gente tranquilla. Ma mi pare di aver visto solo macchine pulite e gente ben vestita nelle strade, e il primo colpo d’occhio è importante! La vista dal satellite di Google Earth mostra parecchio verde intorno: certo si tratta di un quartiere ben disposto, anche se lontano dal centro. Dovrei parlarne con lei, anche perché il prezzo non è particolarmente basso, ma col mutuo sembra ragionevole e ci possiamo arrivare.

E adesso Giorgio pensa a lei. Dovrà essere romantica ma indipendente, non troppo gelosa, che ami bere un goccio di vino rosso in compagnia, che non ami troppo gli animali sennò vuole subito mettersi in casa un cane o un gatto, e allora addio tappezzeria e cuscini del divano! Deve amare il cinema e le serate con amici, ma anche le cenette tranquille, non troppa tv, un buon libro e l’intimità. L’appartamento è piccolo, sarebbe bene non cominciare subito a sfornare bambini, anche se in effetti una cameretta ce l’abbiamo, ma sai com’è, una stanza di sgombero per l’asse da stiro e un letto per l’ospite (ma quale ospite?) fa sempre piacere. Incontriamoci.it è il sito preferito di Giorgio. Permette di inserire molte foto e descrizioni dettagliate, e poi incrocia i dati per proporti l’anima gemella, o almeno la più gemella tra le possibili. E soprattutto che stia cercando uno come te, altrimenti è tempo perso. Oggi Incontriamoci ne propone due, Silvia e Annalisa. Annalisa sembra promettente, nella foto al mare non si vede tanto bene, ma ha un bel sorriso, e poi è online in questo momento. Proviamo con lei, due chiacchiere giusto per conoscerci, i gusti a tavola (non vorrei capitare con una talebana vegana), aragosta? Certo, ma non troppo spesso, altrimenti le rate del mutuo chi le paga, hahahaha! Simpatica, dai, ci sentiamo ancora, eh? Dai, buonanotte, domani alzare presto per lavorare. Notte.

Bello, mi sto già innamorando, la mia vita con Annalisa nel nuovo appartamento, in quel quartiere verde e luminoso, non le ho chiesto se ha la macchina e dove lavora, magari bisogna cercare un appartamento con due posti macchina, uno coperto e l’altro dove capita, altrimenti parcheggiare in strada, mmm, forse si può trovare di meglio. Anche lei, in quella foto, quei rotoli, e se poi è più grassa di come sembra? Se diventa subito grassa e comincia a rompere le scatole con le diete? Mmm, mi sa, domani quando torno dal lavoro cerco ancora. Due posti auto, una ragazza magra, anche se non ha molto seno non importa, si può sempre rimediare al giorno d’oggi. L’importante è: niente rotoli, e poi tutta quell’aragosta! No, Annalisa, meglio lasciarci adesso che non soffriamo molto. Sono certo che troverai l’uomo giusto, meglio se lo trovi ricco, hehehe! Io serberò un bel ricordo di te, in quell’appartamento con l’antibagno e l’angolo cottura luminoso…

Ora Giorgio archivia Annalisa e la sua vita con lei nell’appartamento di via dei Tulipani, una cartellina nel pc con le foto e la trascrizione della chat, e i link per ritrovare tutto. Sono tante cartelle ormai, tanti bei ricordi. E tanto sonno. Notte Giorgio.

Commenti